Luogo

Teatro Massimo Bellini
Via Giuseppe Perrotta, 12, Catania, 95131 CT, Italia
Categoria

Data

Nov 05 2019

Concerto sinfonico-corale

Concerto sinfonico-corale in memoria di Marcello Giordani
Orchestra e Coro del Teatro Massimo Bellini

Maria Luisa Lattante, soprano
Sabrina Messina, contralto
Enrico Terrone, tenore
Pierluigi Dilengite, basso
Carmen Failla direttrice
Luigi Petrozziello maestro del coro

durata: 55 minuti

Programma

Wolfgang Amadeus Mozart
Requiem in re minore per soli, coro e orchestra, K 626
Requiem
Kyrie
Dies iræ
Domine Jesu
Sanctus
Benedictus
Agnus Dei
Lux æterna

Biglietti

Martedì 5 Novembre 2019
ore 21,00

Carmen Failla è nata a Catania, dove ha compiuto gli studi di pianoforte, diplomandosi con il massimo dei voti. Si è successivamente perfezionata al “Mozarteum” di  Salisburgo e ha compiuto gli studi di composizione a Verona e al Conservatorio di Bologna. Si è diplomata in Direzione d’orchestra sotto la guida di Donato Renzetti, perfezionandosi poi all’Accademia Musicale Chigiana con Bruno Bartoletti.

Ha collaborato con direttori di fama internazionale quali Alain Lombard, Zoltan Pesko, Maurizio Arena, Richard Bonynge, Donato Renzetti, Hans Graf, Gustav Kuhn. Ha diretto numerose orchestre, avvalendosi anche della partecipazione di grandi cantanti. Il suo repertorio è vasto: da quello sinfonico classico a quello sacro e operistico. Dal 2000 collabora con la Fondazione Fon.Ca.Ne.Sa onlus di Catania, dirigendo l’annuale concerto di beneficenza per la raccolta fondi.

Alterna l’attività direttoriale a quella compositiva e si è dedicata allo studio e alla valorizzazione della musica tradizionale siciliana e mediterranea in genere. Ha scritto balletti, musical, musica di scena per diversi Teatri Stabili d’Italia e commenti musicali per documentari.

Dal suo debutto nel 1986, Marcello Giordani è emerso come uno dei più ricercati cantanti d’opera, acclamato dalla critica internazionale. La sua eccezionale versatilità gli ha permesso di coprire un vasto repertorio che va dal belcanto di Bellini, Donizetti e Rossini e il lirismo del repertorio operistico francese, fino alle opere di Puccini e Verdi e alle grandi composizioni vocali di Berlioz, quali La Damnation de Faust, Les Troyens, e alle opere più rappresentative del Verismo, Cavalleria rusticana e Pagliacci.

Nato ad Augusta in Sicilia nel 1963, Marcello Giordani ha iniziato i suoi studi di canto nel 1983 a Catania e poi a Milano. Nel 1986, ha vinto il concorso di canto di Spoleto, e lo stesso anno ha debuttato in Rigoletto al Festival di Spoleto in Italia. Il suo debutto negli Stati Uniti ha avuto luogo alla Portland Opera durante la stagione 1988-89 nei Pêcheurs de perles. Ha debuttato al Teatro alla Scala di Milano come Rodolfo nella Bohème nel 1988, e al Metropolitan di New York nell’Elisir d’amore nel 1993.

Della sua interpretazione del ruolo di Maurizio in Adriana Lecouvreur nel 2002, il “New York Times” ha scritto: “Marcello Giordani ha cantato come un dio”, mentre il suo “Cielo e mar” nella Gioconda è stato dichiarato “sensazionale”.

La discografia di Marcello Giordani comprende Jérusalem di Verdi per la Philips; Benvenuto Cellini di Berlioz dal vivo dal Metropolitan nel 2003; e tre registrazioni da solista: Tenor Arias (Naxos), con arie di Bellini, Bizet, Donizetti, Mascagni, Rossini e Verdi; Sicilia Bella (VAI), una collezione di canzoni di autori siciliani; canzoni napoletane e italiane nell’antologia Ti voglio tanto bene. In video, può essere visto in Madama Butterfly dall’Arena di Verona, diretta da Franco Zeffirelli (2004); La bohème dall’Opernhaus di Zurigo (2005); La Gioconda dal Teatro Bellini di Catania (2006); La forza del destino dal Comunale di Firenze (2007); e in cinque opere messe in scena e trasmesse dal vivo in HD dal palcoscenico del Metropolitan di New York, Manon Lescaut (2008), Madama Butterfly (2009), Turandot (2009), Simon Boccanegra (2010), e La fanciulla del West (2011).