Luogo

Teatro Massimo Bellini
Via Giuseppe Perrotta, 12, Catania, 95131 CT, Italia
Categoria

Data

Set 26 2021

Ora

21:00

Bellini après Bellini

Orchestra Sinfonica Siciliana

Gabriele Palmeri oboista
Angelo Cino clarinettista
Enrico Corli violoncellista Damiano D’Amico contrabbassista Michael Koehler direttore

Programma VINCENZO BELLINI

Sinfonia da Il pirata

Concerto per oboe e orchestra in mi bemolle maggiore Risoluto allegro
Larghetto cantabile
Allegro polonese

GIUSEPPE SAVERIO MERCADANTE
Omaggio a Bellini, fantasia a grande orchestra

EUGENIO CAVALLINI
Fantasia su temi della “Sonnambula” di Bellini per clarinetto e orchestra

GIOVANNI BOTTESINI
Gran duo concertante su temi dei “Puritani” di Bellini per violoncello, contrabbasso e orchestra

Introduzione Andante cantabile Allegretto Moderato allegretto Finale

RICHARD WAGNER
da Tristan und Isolde Preludio e Morte di Isotta

Langsam und schmachtend – Belebend – Allmählich im Zeitmass etwass zurückhaltend – Sehr massig beginnend Etwas bewegter

In collaborazione con Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana

Bellini prima e dopo. La fortuna e la ricezione dell’opera di Vincenzo Bellini è al centro del programma dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, per l’occasione diretta da Michael Koehler. Il concerto si apre con due componimenti belliniani, la Sinfonia dal Pirata, l’opera con cui il musicista trionfa al Teatro alla Scala di Milano il 27 ottobre del 1827; e il più raro Concerto per oboe e orchestra in mi bemolle maggiore, probabilmente composto intorno al 1823 durante gli anni dell’apprendistato partenopeo. Si procede quindi con pagine liberamente ispirate a Bellini, che attingono a quel vasto serbatoio di fantasie, reminiscenze e trascrizioni che il talento lisztiano aveva imposto su scala internazionale. Appartengono a questo flone tanto il celeberrimo Omaggio a Bellini di Mercadante, una Fantasia per orchestra composta nel 1860 in cui risuonano frammenti del Pirata, della Sonnambula e di Norma; come la Fantasia su temi della Sonnambula per clarinetto e orchestra (1901) di Ernesto Cavallini, in cui lo strumento solista rimpiazza le voci femminili soliste dell’opera; come, infne, il Gran duo concertante su temi dei Puritani per violoncello, contrabbasso e orchestra di Giovanni Bottesini, il “Paganini del contrabbasso”, autore di questa parafrasi tenuta a battesimo con Carlo Alfredo Piatti a Londra nel 1852. Ma forse ancor più signifcativa è l’autentica ammirazione che Wagner nutrì nei confronti del capolavoro belliniano, tanto da scrivere un’aria alternativa per il personaggio di Oroveso e da ispirarsi al fnale dell’opera per il tragico epilogo di Tristan und Isolde: eros e thanatos, desiderio e tormento fanno delle due pagine strumentali dell’opera uno dei vertici della letteratura romantica.

Addottoratosi in Musicologia alla Humboldt Universität di Berlino, Michael Kohler è direttore musicale generale della Shanxi Symphony Orchestra di Taiyuan (Cina), incide per Sony Music ed è regolarmente invitato a dirigere prestigiose compagini orchestrali in Europa, Asia e Sud America. Alcune prime parti dell’Orchestra Sinfonia Siliana saranno valorizzate nel corso dell’articolato programma: il primo violoncellista Enrico Corli, specializzato nel repertorio barocco; il primo contrabbassista Damiano D’Amico, solista di fama internazionale tra l’altro con “I Solisti Veneti”; il primo oboista Gabriele Calogero Palmeri, che ha già vinto più di trenta primi premi assoluti in concorsi nazionali e internazionali; e il clarinettista Angelo Cino, protagonista di raffnate incisioni di opere di Mozart e Jean Françaix.

Biglietti

26 Settembre ore 21.00
Teatro Massimo Bellini